News

Il Consiglio di Stato con la sentenza n. 2853/2018 e il Tar Lombardia con la sentenza n. 478/2018 mettono in chiaro la differenza tra Varianti Progettuali e Offerte Migliorative.

Nel primo caso vengono apportate modifiche sostanziali al progetto a base di gara in merito alla sua struttura, funzione e tipologia; nel secondo caso, invece, sono coinvolti solo gli aspetti tecnici e le singole lavorazioni atte a rendere il progetto maggiormente attinente alle esigenze della stazione appaltante, lasciando aperta la possibilità di diverse soluzioni adottabili dai professionisti incaricati.

Dunque per quanto riguarda le varianti al progetto, non possono essere definite come “migliorie“, ma come “opere aggiuntive” che variano il disegno di progetto e ne modificano le caratteristiche; devono, pertanto, essere preventivamente previste dalla stazione appaltante.

PCQ nella sua attività di Ispezione dei progetti e Supporto al Rup, pone particolare attenzione a questi temi, segnalando al Committente i casi critici e/o dubbi e risolvendo in maniera tempestiva eventuali problematiche di gestione della commessa.

Lascia un commento