Cerca
Close this search box.
Data pubblicazione:

L'accelerazione delle procedure prevista per il PNRR

A valle della sospensione fino al 30 giugno 2023, del divieto al ricorso all’affidamento congiunto ai sensi dell’art. 59 del Codice dei Contratti Pubblici, come stabilito dall’art. 52, comma 1, D.L. 77/2021, si è visto come il ricorso al cosiddetto appalto integrato nelle procedure di affidamento è divenuto molto più frequente. 

In particolare si è visto il ricorso alla procedura di affidamento per progettazione ed esecuzione soprattutto ponendo in gara il progetto PFTE. 

Tale impostazione risulta maggiormente applicabile per tutte quelle procedure finanziare con investimenti pubblici dal PNRR o dal PNC o, ancora, dai programmi cofinanziati da fondi strutturali dell’Unione Europea.

Appalto integrato nelle procedure di affidamento

L’appalto integrato si caratterizza per il contributo di idee nelle soluzioni progettuali da parte dell’appaltatore. Tuttavia, tale contributo deve avvenire nel rispetto dei profili strutturali e morfologici dell’opera pubblica, delineata nelle linee essenziali nel progetto preliminare posto a base di gara.

Nelle procedure di affidamento che prevedono gare per affidamenti di progettazione definitiva ed esecutiva ed esecuzione lavori (“appalto integrato complesso”) il progetto definitivo viene presentato in sede di offerta.

Tale disciplina eccezionale e derogatoria si distingue da quella precedente soprattutto per la maggior estensione applicativa dell’affidamento congiunto della progettazione e dell’esecuzione delle opere, potendo l’appalto di lavori essere affidato sulla base di un semplice progetto di fattibilità.

L’obiettivo, è evidente, è quello di accelerare le tempistiche procedurali complessive per le stazioni appaltanti su progetti del PNRR.

Di fronte a tale scenario, diventa imprescindibile parlare di gestione del rischio e di prevedere un piano per tale gestione, che possa facilitare il raggiungimento degli obiettivi nel rispetto di budget e tempi.

Affidarsi ad un Ente Terzo Accreditato, che abbia le skills tecniche e un organico interno a disposizione è sicuramente un vantaggio.

Ente terzo accreditato per un appalto integrato

PCQ (Ente terzo accreditato), infatti, all’interno della Verifica di Progetto si occupa si supportare il RUP dando evidenza alle criticità ed ai potenziali rischi in maniera sistematica e programmata realizzando così un miglioramento continuo della gestione del rischio.

L’esperienza maturata da PCQ in questo ambito insegna che la collaborazione, la comunicazione e l’integrazione tra i diversi stakeholder, porta a risultati di successo.

Un approccio sistematico, tempestivo, strutturato e dinamico alla gestione del rischio progettuale contribuisce dunque all’efficienza ed a risultati coerenti, tracciabili ed affidabili, in termini di qualità, di rispetto di costi e tempi.

Indice di navigazione

Grazie PCQ Srl

Il messaggio è stato inviato correttamente

Grazie della tua fiducia!

Seguici su

Facebook

La tua iscrizione è stata ricevuta

Ti invieremo presto una e-mail riepilogativa!

A presto

Chiama PCQ Srl